Gli acidi grassi delle piastrine: un possibile modello di classificazione del mondo animale?

Main Article Content

Massimo Cocchi
L. Toniello

Keywords

Piastrine, acidi grassi, cervello, Reti Neurali Artificiali

Abstract

Recentemente abbiamo indagato il profilo degli acidi grassi nelle piastrine. I risultati ottenuti ci hanno consentito di realizzare una particolare Rete Neurale Artificiale, denominata SOM. La SOM ha distribuito, su un piano, tutti i soggetti indagati, in accordo, non solo agli acidi grassi markers (Acido Palmitico, Acido Linoleico, Acido Arachidonico) della patologia depressiva, ma anche in accordo al grado della loro saturazione/insaturazione. In questo modo è stato possibile distribuire tutti gli animali e gli esseri umani sulla mappa in accordo alla percentuale degli acidi grassi markers, caratteristici di ciascuna specie animale investigata. Per le peculiari caratteristiche della SOM e per l’affinità della piastrina con il neurone, abbiamo pensato che la SOM poteva essere in grado di classificare anche i cervelli delle differenti specie animali. A causa del costante basso livello di Acido Linoleico, tutti i cervelli sono stati classificati nella medesima posizione sulla mappa, molto vicini all’area dei soggetti depressi. È il cervello geneticamente organizzato per il rischio di depressione? È il cervello, in questa direzione, influenzato dalla modulazione degli acidi grassi o dall’espressione genica degli acidi grassi stessi? Noi non conosciamo ancora la risposta finale, tuttavia, è plausibile che gli acidi grassi facciano la differenza fra la condizione di normalità e di patologia depressiva, configurando il cervello nel modo che abbiamo trovato. In ogni caso si conferma che la Depressione Maggiore è caratterizzata dall’alto livello di Acido Arachidonico, sia nelle piastrine che nel cervello.

Downloads

Download data is not yet available.
Abstract 44 | PDF Downloads 13

Most read articles by the same author(s)