Consumers ability to discern food quality under blind conditions

Main Article Content

C. Pasta
G. Cortese
G. Marino, et al.

Keywords

Abstract

Purpose: This study aims to investigate consumers ability to discern foodproduct quality in absence of information compared to mass products.Design/methodology/approach: Milk types were selected in order to satisfytwo dimensions: fat content and quality difference. Two experimentswere run: in the first standardized or mass milks (Ultra-High-Temperature/UHT) were compared considering the fat dimension (3.5% vs1.8%), whereas in the second experiment quality milks were comparedaccording to quality attributes (Whole Fresh High Premium QualityMilk vs Raw Milk). In both experiments, consumers performed a triangletest and filled a computerized form indicating the odd milk, theirpreference, habits of consumption as well as demographic information.Findings: Consumers both inability and ability to spot the odd milk wasnot affected by preference or consumption habits. Results showed that inabsence of information consumers easily detected high quality productsrather than standardized or mass products. In fact, between standardized(UHT milk types) 64% of participants did not spot correctly the oddmilk (p<0.01) whereas, when quality milks were compared, 63 % of participantsdetected correctly the odd one (p<0.01). Conclusion: What affectsconsumers milk preference and attitude is quality, in absence of informationas well as products awareness. Therefore, the sector needs tohighlight quality characteristics in marketing strategies.

Abilità dei consumatori nel saper distinguere la qualità di un prodotto alimentare in assenza di informazioni
Obiettivo: Il presente studio si pone come obiettivo primario di capire sei consumatori sono in grado di distinguere un prodotto di qualità da unprodotto di massa in assenza di informazioni. Metodo: Le tipologie dilatte da mettere a confronto, sono state selezionate secondo due criteriprincipali: il contenuto in grassi e la qualità del prodotto. Due esperimentisono stati condotti. Nel primo esperimento sono state confrontatedue tipologie di latte standardizzato, tipico del consumo di massa (Ultra-High-Temperature/UHT) tenendo conto come carattere distintivo ilcontenuto in grassi (3.5% vs 1.8%). Nel secondo esperimento invece duetipologie di latte sono state comparate sotto l’aspetto qualitativo tenendoconto delle caratteristiche intrinseche del prodotto (Latte Fresco di AltaQualità vs Latte Crudo). In entrambi gli esperimenti i consumatori sonostati sottoposti ad un test triangolare. Oltre al prodotto diverso, la preferenza,le abitudini di consumo e informazioni di tipo demografico venivanorilevati a mezzo di un software. Risultati: L’abilità o l’inabilità di unconsumatore a saper distinguere il campione differente nel test triangolare,non veniva in alcun modo influenzata dalla preferenza o dalle abitudinidi consumo. I dati indicano che, in assenza di informazioni, i consumatoririescono facilmente a discernere tra un prodotto di qualitàrispetto a un prodotto standardizzato o di massa. Infatti, quando iprodotti messi a confronto erano entrambi di massa (UHT) ben il 64%dei partecipanti non riesce a individuare il campione differente (p<0.01),mentre nel confronto tra la qualità ben il 63% dei consumatori riesce adistinguere il diverso (p<0.01) senza alcuna informazione. Conclusione:La qualità è un fattore che influenza il consumatore quando non disponedi alcuna informazione sul prodotto. Strategie di marketing nel settoredel latte fresco, dovrebbero essere maggiormente incentrate sulla valorizzazionedelle caratteristiche qualitative intrinseche dei prodotti stessi.
Abstract 60 | PDF (Italian) Downloads 51

Most read articles by the same author(s)