Acidi grassi delle piastrine: un modello di tipizzazione biochimica della cardiopatia vascolare ischemica nell’interpretazione di una Rete Neurale Artificiale

Main Article Content

Massimo Cocchi
L. Toniello
G. Cappello
S. Bosi
A. Cremonesi
F. Castriota
M. Mercante
G. Tarozzi
D. Bochicchio
G. Della Casa
G. Caramia

Keywords

Piastrine, acido stearico, rapporto stearico/oleico, reti neurali artificiali, ischemia miocardica

Abstract

Negli ultimi 30 anni, sono stati sviluppati numerosi studi alla ricerca di Markers coinvolti nel determinismo della patologia Atero-genetica e della tendenza trombo-genetica degli acidi grassi. Recenti e numerosi studi hanno riletto in chiave biochimico-nutrizionale l’influenza degli acidi grassi saturi sul rischio cardio-vascolare atero-genetico rivalutando, in positivo, il ruolo dell’Acido Stearico (AS). Identificando nelle Piastrine un tessuto di particolare interesse relativamente alla composizione in acidi grassi nel loro ruolo critico nel controllo del processo emo-coagulativo e, quindi, dell’eventuale rischio trombo-genetico, abbiamo ritenuto di indagare il profilo degli acidi grassi piastrinici in un gruppo di Soggetti con diagnosi di Cardiopatia Vascolare Ischemica (n=50), confrontato con un gruppo di Soggetti supposti sani (n=60). L’obiettivo era quello di identificare gli eventuali Acidi Grassi che potevano essere considerati markers tipizzanti la patologia. I valori misurati sono stati analizzati con diverse metodologie, sia di tipo statistico tradizionale che più avanzate. I risultati ottenuti pongono in posizione peculiare l’Acido Oleico (AO), l’Acido Linoleico (AL) e l’Acido Arachidonico (AA).

Abstract 43 | PDF Downloads 5