Open Access Open Access  Accesso riservato Accesso riservato

La valutazione dell’idoneità psico-fisica alla guida, professionale e non: normativa di riferimento e implicazioni medico-legali

Paolo Pelizza

Riassunto


La Sindrome delle Apnee Ostruttive nel Sonno (OSAS) per lungo tempo non è stata considerata dalla normativa europea come un fattore rilevante per la sinistrosità stradale. In Italia, nel 2010, la Società Scientifica dei Medici Legali delle Aziende Sanitarie del Servizio Sanitario Nazionale (COMLAS) ha pubblicato linee guida per la valutazione dell’idoneità alla guida, dedicando un intero capitolo, scritto in collaborazione con la Commissione “Sonnolenza, Sicurezza e Trasporti” della Associazione Italiana di Medicina del Sonno (AIMS), ai criteri per la valutazione delle persone con OSAS e narcolessia. Solo nel 2016, seguendo le indicazioni della direttiva 2014/85/UE della Commissione europea, la legge italiana ha riconosciuto l’OSAS come una malattia da sottoporre a sorveglianza nella valutazione dell’idoneità alla guida. L’autore discute i criteri di accertamento esistenti e le implicazioni medico-legali in materia di informazione ai pazienti e obbligo di denuncia.


Parole chiave


OSAS, patente di guida, valutazione medico-legale, normativa

Full Text PDF

DOI: 10.23749/mdl.v108i4.6425

Metriche dell'articolo

Caricamento metriche ...

Metrics powered by PLOS ALM

##plugins.generic.amg.title##

##plugins.generic.amg.doNot##

ISSN: 2532-1080