Studio di mortalità in una coorte di lavoratori in una fonderia di seconda fusione di alluminio / Mortality study in secondary aluminum foundry workers

Main Article Content

C. Scarnato
C. Morelli

Keywords

Abstract

Obiettivo. Studiare la mortalità generale e per cause specifiche di lavoratori di una fonderia di pressofusione di alluminio della provincia di Bologna. Materiali e Metodi. Dai libri matricola dell’azienda sono stati raccolti i dati sugli addetti potenzialmente esposti alle lavorazioni presenti nel ciclo produttivo al fine di costituire la coorte “generale”. Una ulteriore coorte, denominata “finale” è stata formata dai soggetti con almeno 1 anno di esposizione. Il follow-up è iniziato nel 1973 ed è terminato nel 2009. Il confronto è stato condotto con i tassi della popolazione dell’Emilia-Romagna. Risultati. Il follow-up è completato oltre il 99%. Nella coorte “generale” si sono avuti 56 decessi su 618 soggetti e 45 su 480 nella coorte “finale”. Si sono ottenuti significativi eccessi solo per la mortalità per “tumore all’intestino retto” sia nella coorte “generale” (RSM = 5,54) sia nella coorte “finale” (RSM = 4,63). Non si sono riscontrati eccessi di mortalità per tumore a carico del polmone e della vescica. Conclusione. Il dato che emerge dal presente studio è interessante, ma di difficile interpretazione e di significato incerto.

Mortality study in secondary aluminum foundry workers

Aim. To study general and cause-specific mortality in workers in a foundry for aluminum pressure fusion in Bologna province. Materials and Methods. From the foundry matricula, data on the workers potentially exposed to processing were collected to form the “general” cohort. Another “final” cohort was made with subjects with at least 1 year of exposition. The follow-up started in 1973 and finished in 2009. The comparison was based on Emilia-Romagna population mortality rates. Results. The follow up is 99% completed. In the “general” cohort, 56 deaths out of 618 subjects were registered; in the “final” cohort, 45 out of 480 workers. Significant excess rates were obtained in both cohorts only for mortality for rectal cancer (SMR = 5.54 in the “general” cohort and 4.63 in the “final” cohort). No excess mortality was registered for lung and bladder cancer. Conclusions. Results emerging from the study are interesting but difficult to interpret and to understand.
Abstract 162 | PDF (Italiano) Downloads 59